American History X

American History X
Anno 1998
Produzione USA
Regia Tony Kaye
Cast Edward Norton
  Edward Furlong
  Fairuza Balk
Genere Drammatico
Durata 120 min
Giudizio personale 10

 

Ambientato a Los Angeles, il regista esordiente Tony Kaye narra le vicende di due ragazzi di famiglia borghese che entrano a far parte di un gruppo di naziskin.
Derek, il maggiore dei due fratelli (interpretato da Edward Norton), viene arrestato per omicidio dopo una rissa, ma neanche questo spiacevole episodio impedisce al fratello quindicenne Daniel (Edward Furlong), cresciuto prendendo il fratello come modello, di affacciarsi alle ideologie naziste, manifestando continuamente le sue ossessioni di odio e violenza, cosi come aveva fatto precedentemente il fratello. E toccherà proprio a Derek redentosi una volta uscito dal carcere, cercare di convincere Daniel ad abbandonare la spietata compagnia di Hitler & C.
Ottimo film ben diretto dal regista, molto belli i flashback in bianco e nero e in cinemascope che mostrano le nefandezze di Derek, un Edward Norton veramente bravo e particolarmente coinvolgente con il corpo tatuato di svastiche e il volto sempre cupo e spesso violento, reso ancora più duro dalla testa rasata. Ed è infatti lui a reggere il maggior peso del film meritandosi anche una citazione per l'Oscar anche se il tema eccessivamente violento del film ne ha comunque raffreddato la sua candidatura.
Un film però molto ben girato e montato che merita di essre visto anche per la sua durezza e la sua asprezza.

Questo è il film che ha reso Edward Norton il mio attore preferito, la sua interpretazione è davvero eccezionale in un ruolo, a mio parere, molto difficile. La storia è molto affascinante e vengono mostrati i tratti fragili di un'ideologia folle che il regista Tony Kaye, al suo primo lungometraggio, rende alla perfezione avvalendosi di flashback diretti che colgono l'attenzione dello spettatore con scene crude e dirette. Ottima anche la prestazione di Edward Furlong ma non può non tornare alla mente di chi ha visto il film lo squardo folle di Derek (Ed Norton) mentre sferra il colpo di grazia al malcapitato ladro di automobili.

Preside: - Alexander ha trovato in dereck il suo cavaliere ideale, in parole povere ha usato Dereck per reclutare un gruppo di ragazzi insicuri, frustrati, e facilmente impressionabili.

Madre di Derek: - Tu credi che siccome ho visto il mio primogenito mandare a monte la sua vita posso restarmene a guardare il mio bambino che percorre la stessa strada del fratello.
Derek: non chiedermi di aiutarti a risolvere i problemi ok non raccontarmi stronzate perchè così mi fai stare peggiocerco di non pensare e tu mi complichi le cose --
Madre: Sei soltanto tu a vivere questo brutto momento Derek? Credi di stare qui tutto solo,non credi che ci sia anche io qui con te!


Derek: -Come fai a sapere così bene tutto quello che c'è dentro di me?
Preside: -no, so cosa c'è dentro di me , questa sensazione la conosco,conosco bene lo stato in cui ti trovi
Derek: -che ne sai tu dello stato in cui mi trovo
Preside: - c'è stato un momento in cui incolpavo qualsiasi cosa,chiunque al mondo per tutte le pene, tutte le sofferenze le viltà orrende che capitavano a me e che vedevo capitare alla mia gente,davo la colpa a tutti,colpa ai bianchi,colpa alla società colpa a dio, non avevo risposte perchè mi facevo le domande sbagliate. Tu devi farti la domanda giusta?
Derek: - e qual'è?
Preside: - tutto quello che hai fatto ti ha reso la vita migliore?
Derek: -...
Preside: -...no!

Derek al fratello: -Mi sento fortunato perchè stavo sbagliando denny e non capivo che lo baglio mi stava divorando mi stava uccidendo. continuavo a chiedermi come avevo fatto a bermi tutte queste stronzate lo sai? All'epoca ce l'avevo con tutti e ninte di quello che facevo mi dava soddisfazione. ho sparato addosso a due ragazzi, li ho ammazzati, ma non mi ha fatto stare meglio. Mi sono sentito perso e adesso sono stanco di essere sempre incazzato sono stanco di tutto questo. Non voglio dirti quello che devi fare, non voglio davvero, ma ho bisogno che tu capisca,perchè ti voglio bene e sei il mio migliore amico.

Fine del tema di Daniel: Suppongo che a questo punto tocca dirle cosa ho imparato la conclusione giusto, bhè la mia conclusione è che l'odio è una palla al piede, la vita è troppo breve per passarla sempre arrabiati, non ne vale la pena.

Musiche di Anne Dudley Edizione: Angel Distribuzione: Emd

1 American History X
2 The Assignment
3 Venice Beach
4 Playing To Win
5 People Look At Me And See My Brother
6 If I Had Testified
7 A Stranger At My Table
8 Putting Up A Flag

9 Raiders
10 Complications
11 Starting To Remind Me Of You
12 The Right Question
13 The Path To Redemption
14 We Are Not Enemies
15 Two Brothers
16 Storm Clouds Gathering
17 Benedictus

 

Questo sito è il frutto di un fan di Edward Norton e non vuole in alcun modo violare i diritti di Copyright